EDILIZIA PUBBLICA

Quando si parla di periferie le prime immagini che vengono alla mente sono quelle dei casermoni fatiscenti di proprietà pubblica. Gli stabili richiedono di cospicui interventi di riqualificazione strutturale e tecnica. I quartieri di più remota edificazione hanno grandi carenze di servizi e di spazi comuni per i residenti. Il piano di investimenti legati al "Superbonus 110%" rappresenta certamente un buon inizio, ma molto spesso abbattere ha un consto inferiore rispetto alla manutenzione straordinaria degli edifici. Per migliorare la qualità della vita dei cittadini è necessario che tutte le Istituzioni (statali, regionali e comunali) superino le contrapposizioni politiche per elaborare un nuovo Piano Casa. 


PROPOSTE

- Elaborare un grande piano di riqualificazione dell'Edilizia Residenziale Pubblica e Sociale. Il 45% di chi vive nelle case popolari non paga l'affitto e chi paga vive in luoghi insicuri e trascurati. Occorre trovare i fondi, anche privati, per importanti interventi strutturali nei quartieri ERP ed ERS. Un tipo di modello da seguire è quello della densificazione: costruire nuove torri in aree libere, ricollocare lì gli abitanti del quartiere, abbattere i palazzi svuotati, ricostruire nuovi edifici sviluppati in altezza e secondo i dettami moderni del vivere, ricollocare altri abitanti di palazzi da abbattere e via di seguito;

- Il Protocollo per gli sgomberi degli alloggi occupati abusivamente va rivisto in accordo con la Prefettura;

- Assegnare una quota delle case di edilizia pubblica alle Forze dell'Ordine, ai dipendenti pubblici con ISEE inferiore ai 20.000 Euro, ai lavoratori di società partecipate e municipalizzate (ha fatto scalpore che il bando ATM per nuovi autisti sia praticamente andato deserto a causa del "caro affitti");

- Organizzare un maggior numero di "autogestioni" ovvero comitati di inquilini per l'erogazione di servizi essenziali, per responsabilizzare gli assegnatari degli alloggi e per un maggior controllo del territorio e di prevenzione contro le occupazioni abusive;

- Verificare con l'aiuto degli Enti preposti che siano ancora presenti le condizioni economiche per cui in passato furono assegnati gli alloggi.

Alessandro De Chirico

ALESSANDRO DE CHIRICO

ELEZIONI COMUNALI MILANO 2021

Menu