CIMITERI

I cimiteri sono tradizionalmente luoghi di culto e di raccoglimento. Devono accogliere nel miglior modo possibile le persone nei momenti di fragilità e dolore. Non ci devono essere disagi o rischi mentre ci si reca in visita ai propri cari defunti. I fatti di cronaca ci raccontano di invasioni di nutrie, di furti di rame e d'incuria. Milano, inoltre, ha l'esemplare più bello in Europa di cimitero monumentale ottocentesco, ancora più del parigino Pere Lachaise. Il Cimitero Monumentale è un luogo culturale di eccezionale rilevanza, un grande museo a cielo aperto che ospita le opere di straordinari artisti, come Leonardo Bistolfi, Medardo Rosso, Adolfo Wildt e Giacomo Manzù, e le spoglie di personaggi importanti come Arrigo Boito, Luigi Cagnola, Carlo Cattaneo, Francesco Hayez, Alessandro Manzoni, Salvatore Quasimodo, Arturo Toscanini e tanti altri. Ultimamente sono state rubate importanti statue.  


PROPOSTE

- Assicurare una costante manutenzione ordinaria, con buona illuminazione e adeguata sorveglianza, per rendere i cimiteri luoghi sicuri, dotati di servizi moderni e facilmente accessibili;

- Controllare che i servizi dati in appalto esterno siano ben eseguiti e in caso contrario prevedere penali e rescissione del contratto;

- Comunicare le scadenze delle concessioni. Durante il mio primo mandato in Consiglio comunale mi sono imbattuto in una questione che riguarda tanti milanesi: a distanza di 40 anni dalla sepoltura del caro defunto l'Amministrazione comunica al familiare che aveva sottoscritto la concessione della tomba l'imminente scadenza che può essere rinnovata. Molto spesso è difficile risalire al congiunto perché nel frattempo può essere deceduto a sua volta. Vanno incrociati i dati anagrafici, risalendo agli eredi, per evitare che le spoglie del defunto vengano letteralmente buttate senza che l'Ente si sia prima accertato della volontà della famiglia.

Alessandro De Chirico

ALESSANDRO DE CHIRICO

ELEZIONI COMUNALI MILANO 2021

Menu