SGOMBERO SOY MENDEL

SGOMBERO SOY MENDEL

Milano, 28 luglio 2015 – Finalmente liberati i locali demaniali via Don Gervasini nel quartiere di Baggio. Ora mi aspetto che l’amministrazione comunale faccia pagare i danni agli antagonisti che hanno occupato il secondo spazio nel giro di pochi mesi – non c’è due senza tre? – e che un paio di weekend fa hanno organizzato un festival abusivo dentro al Parco delle Cave, imbrattando i muri dell’ex-gasometro con scritte inneggianti alla ribellione. Le dichiarazioni della consigliera Sonego di SEL sono disarmanti. I residenti del tranquillo quartiere alle spalle del cimitero di Baggio si sono attivati da subito affinché le autorità provvedessero allo sgombero dei locali occupati abusivamente dal centro sociale Soy Mendel. Altro che essere felici delle loro attività! Sono state raccolte centinaia di firme perché la preoccupazione in merito alla presenza all’interno dello spazio demaniale era sempre più alta. Sorprende che una consigliera che ricopre un ruolo istituzionale così importante si lasci andare a dichiarazioni pro-illegalità e abusivismo, alla pari delle dichiarazioni di alcuni miei colleghi di zona sui social network. Forse la signora Sonego non sa che all’interno dello stabile c’erano anche bombole del gas custodite in maniera insicura. Ai cittadini che mi hanno chiesto cosa fare, considerato che il centro sociale fa sapere che le iniziative estive proseguiranno nell’adiacente parco, ho suggerito di tempestare di telefonate il 113 a partire da questa sera stessa. Ringrazio la DIGOS che, dopo la mia denuncia dello scorso aprile, mi ha sempre tenuto aggiornato sulla situazione permettendomi di rassicurare i residenti del quartiere. L’assessore Granelli prenda una posizione decisa contro gli abusivi e intensifichi il pattugliamento delle periferie per dare più sicurezza ai milanesi. Le istituzioni stiano dalla parte di chi fa enormi sacrifici per tenere aperti i negozi di periferia e non chi questi negozi li occupa senza averne diritto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *