SIT-IN DEI CENTRI SOCIALI DAVANTI A PREFETTURA: L’ULTIMA PAGLIACCIATA DEGLI AMICI DI PISAPIA

Milano, 24 agosto 2015 – La ridicola pretesa dei controllati che si oppongono ai controllori perché svolgono il loro lavoro è l’ennesima farsa a cui ci tocca assistere in questa città martoriata dalle occupazioni. Oggi, dopo aver manifestato davanti alla sede ALER di viale Romagna, antagonisti e comitati per la casa insceneranno una protesta davanti alla Prefettura rea di avere allontanato centinaia di occupanti abusivi come il proprio dovere impone. Casus belli l’eclatante sgombero della palazzina di via Comacchio 1 di settimana scorsa. Uno “sgarro” che gli autonomi non sono riusciti a digerire nonostante il Comune abbia manifestato solidarietà nei confronti degli abusivi allontanati dallo stabile, promettendo loro di trovargli quanto prima una nuova sistemazione. Siamo certi che il Prefetto questa sera non darà l’ordine d’identificare i manifestanti – non autorizzati – che ben conosciamo per il loro radicamento nel quartiere popolare di San Siro dove agiscono indisturbati organizzando rave e spalleggiando, se non addirittura aiutando, chi occupa illegalmente i 4.000 alloggi in tutta Milano. Ci auguriamo che il Comune dia meno attenzione a chi vive nell’illegalità perché chi utilizza questi metodi merita di essere attenzionato solo dalle Forze dell’Ordine. A presidio delle periferie abbandonate dalla giunta PD-Pisapia tornino i...

PARCO DELLE CAVE, PARCO DI TRENNO E BOSCO IN CITTÀ TERRA DI CONQUISTA DI ZINGARI E LATINOS

Milano, 4 agosto 2015 – I cittadini sono esasperati da una situazione che è ormai fuori controllo. Su Facebook i gruppi territoriali sono invasi da foto di degrado. Riceviamo di continuo mail con la richiesta di aiuto rivolta agli assessori Granelli e Bisconti che ovviamente ignorano. Dal 2011 non passa estate in cui presentiamo interrogazioni per cui chiediamo l’intervento tempestivo delle Forze dell’Ordine, ma la sicurezza non è una priorità di questa amministrazione, che pensa di risolvere la questione della coesione sociale con cartelli multilingue sul rispetto del regolamento del verde. Parco delle Cave, Parco di Trenno e Bosco in città sono tornati ad essere territorio di frontiera in cui non c’è presidio della Polizia Locale e nemmeno dei Rangers che questa amministrazione ha pensato bene di non impiegare nel pattugliamento dei parchi della cintura verde Ovest. L’abbandono delle periferie è evidente, serve l’esercito a presidio dei quartieri più...

ARTISTI DI STRADA, C’È CHI DICE SÌ

Milano, 30 luglio 2015 – In merito alla polemica sull’incremento delle postazioni per gli artisti di strada, sono convinto che l’arte di strada sia un importante strumento di diffusione culturale perché non fa cultura solo il Nome di blasone che richiama al botteghino migliaia di persone. In alcuni luoghi di prestigio come piazza Gae Aulenti, a Brera o sui Navigli – dove i residenti sono esasperati dagli orari della movida notturna – eviterei d’individuare delle postazioni fisse perché nei luoghi della movida i locali con palchi su cui esibirsi sono moltissimi e hanno bisogno di proporre sempre nuovi spettacoli per attirare clientela. Piuttosto – e lo proposi anche nella commissione che individuò gli spazi in Zona 7 – incrementerei le postazioni in periferia perché i milanesi si fermano volentieri ad ammirare prestigiatori, mimi e musicisti. Mentre si è in coda al semaforo meglio trovare un giocoliere piuttosto che un rom aggressivo! Gli artisti di strada aiuterebbero a rendere più vivi e meno degradati i quartieri periferici, e ne sarebbero ben felici. L’importante è che il Comune faccia rispettare la regolamentazione oraria per non disturbare il meritato riposo dei...

SGOMBERO SOY MENDEL

Milano, 28 luglio 2015 – Finalmente liberati i locali demaniali via Don Gervasini nel quartiere di Baggio. Ora mi aspetto che l’amministrazione comunale faccia pagare i danni agli antagonisti che hanno occupato il secondo spazio nel giro di pochi mesi – non c’è due senza tre? – e che un paio di weekend fa hanno organizzato un festival abusivo dentro al Parco delle Cave, imbrattando i muri dell’ex-gasometro con scritte inneggianti alla ribellione. Le dichiarazioni della consigliera Sonego di SEL sono disarmanti. I residenti del tranquillo quartiere alle spalle del cimitero di Baggio si sono attivati da subito affinché le autorità provvedessero allo sgombero dei locali occupati abusivamente dal centro sociale Soy Mendel. Altro che essere felici delle loro attività! Sono state raccolte centinaia di firme perché la preoccupazione in merito alla presenza all’interno dello spazio demaniale era sempre più alta. Sorprende che una consigliera che ricopre un ruolo istituzionale così importante si lasci andare a dichiarazioni pro-illegalità e abusivismo, alla pari delle dichiarazioni di alcuni miei colleghi di zona sui social network. Forse la signora Sonego non sa che all’interno dello stabile c’erano anche bombole del gas custodite in maniera insicura. Ai cittadini che mi hanno chiesto cosa fare, considerato che il centro sociale fa sapere che le iniziative estive proseguiranno nell’adiacente parco, ho suggerito di tempestare di telefonate il 113 a partire da questa sera stessa. Ringrazio la DIGOS che, dopo la mia denuncia dello scorso aprile, mi ha sempre tenuto aggiornato sulla situazione permettendomi di rassicurare i residenti del quartiere. L’assessore Granelli prenda una posizione decisa contro gli abusivi e intensifichi il pattugliamento delle periferie per dare più sicurezza ai milanesi. Le...

LA DARSENA È DI TUTTI I MILANESI: PETIZIONE ONLINE PER EVITARE LO SCEMPIO

Milano, 24 luglio 2015 – Quanto appreso dai giornali in merito alla delibera approvata dal Consiglio di Zona 6 in riferimento al murale di 40 metri per 3 che verrà realizzato sulla Darsena è vergognoso! Come può un’amministrazione pubblica patrocinare un’iniziativa che sporcherà il muro di una struttura costata milioni di euro e appena riaperta ai milanesi e ai milioni di visitatori che ogni anno vengono in città? Personalmente non ho nulla contro i writers, anzi. Credo che ci sia una gran differenza tra chi imbratta i muri con tag e inutili scritte volgari rispetto a chi abbellisce la città. Perché i muri dell’Ippodromo sono belli così colorati. E sono convinto anche che la Darsena possa essere ulteriormente abbellita con pannelli di materiale idoneo e facilmente rimovibili – in allegato qualche foto dei pannelli di via Dante e di piazza Città di Lombardia – per l’esposizione all’aperto, ad esempio, dei progetti di Leonardo da Vinci, di mostre fotografiche, di opere di pittori emergenti e di street art. L’amministrazione ritorni sui suoi passi e pensi a una soluzione che possa unire i milanesi e non dividerli solo per accontentare certi ambienti che nel 2011 furono determinanti per la vittoria del centrosinistra. Ho lanciato una raccolta firme su change.org, il link...

SAN SIRO QUARTIERE OSTAGGIO DEL CS CANTIERE

Milano, 19 luglio 2015 – La musica ad alto volume non lascia chiudere occhio ai residenti di San Siro da giovedì sera. Il quartiere è ostaggio di chi si muove nell’illegalità. Nel labirinto di vie dove accade di tutto lontano dagli occhi di chi dovrebbe garantire la nostra sicurezza, sono comparsi nuovi murales inneggianti alla ribellione. Ieri sera sono stato al festival organizzato dal centro sociale Cantiere e che procede nella più totale indifferenza delle istituzioni. Ho preso una birra senza che nessuno mi dia uno scontrino. Lo stesso avviene al mercatino dell’usato o all’improvvisata libreria. Com’è possibile che nessuno controlli quello che avviene? Con quale faccia tosta Granelli e tutti gli altri assessori hanno il coraggio di presentarsi davanti a cittadini perbene che pagano regolarmente le tasse? Chi tutela noi cittadini...

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

FAN PAGE

I miei tweet

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Canale YouTube

Recent Popular Info

Total subscribers:
3

Total uploads:
26

Total upload views:
1.8 thousand

COMUNICATI

EVENTI

L’OPINIONE

 

Disservizi ATM e maltempo paralizzano una Milano abbandonata a sé stessa e in balia delle calamità naturali

Milano, 23 settembre 2015 – Prima pioggia autunnale e Milano paralizzata! Autobus imbottigliati nel traffico e rallentati da strade di periferia completamente allagate per l’inesistente manutenzione di tombini e fognature. Rami caduti a terra perché non vengono fatte le potature. L’assessore all’immobilità è troppo impegnato con le biciclette per occuparsi del logoramento dei binari della metropolitana. Oltre alla M2, anche l’M5 ha subito gravi disservizi a causa di un guasto tecnico a cui ATM non ha posto rimedio in tempi brevi. Gli annunci che segnalavano il servizio di navetta da San Siro a Lotto erano solo in italiano con turisti ignari di cosa stava accadendo. Da San Siro a Centrale un’odissea di un’ora e venti minuti. Tra l’altro, l’azienda non ha ancora posto rimedio ai tanti furbetti – o “portoghesi” – che approfittano dell’assenza di personale nelle stazioni automatizzate della M5. C’è pantalone che paga per... read more

Auguro a Milano un 2015 superlativo!

Il 2015 è per Milano e per i milanesi un anno cruciale almeno per due motivi. Il primo è legato alla riuscita di Expo. Dopo 10 anni di preparativi la città deve correre per presentarsi pronta all’appuntamento planetario. Non mi voglio soffermare sui progetti che via via sono stati ridimensionati dall’amministrazione Pisapia che si è trovata, suo malgrado, a dover portare avanti un evento di questa portata ereditato dalla giunta Moratti e a cui non ha mai creduto, anche perché una parte dell’elettorato rossarancione è contro tutto ciò che significa progresso. Mi riferisco agli ambienti anarchici e ai no-tutto che negli ultimi mesi dell’anno passato hanno messo a ferro e fuoco la città. Innegabile che lo stato di degrado e di scarsa sicurezza in cui versa la città è una delle priorità a cui porre rimedio. Vogliamo ospitare milioni di turisti con accattoni prepotenti ad ogni semaforo? Vogliamo permettere che i nostri ospiti vengano importunati e derubati senza che nessuno muova un dito? Expo è una grande occasione per dare una nuova spinta all’economia meneghina, non lasciamocela scappare! Il secondo motivo per cui il 2015 è un anno di fondamentale importanza è prettamente politico. L’anno prossimo ci saranno le elezioni comunali. Tutti i milanesi perbene aspettano il voto con trepidazione per porre fine alla sciagurata esperienza di un’amministrazione che ha fatto così poco. Il mio punto di vista è ben chiaro. Chiedo a ognuno di voi: cosa pensate dell’operato di Pisapia e kompagni? Mentre nel centrodestra si litiga e si cercano soddisfazioni personali, con il comitato civico Milano Merita, capitaneggiato da Giulio Gallera, stiamo mettendo delle importanti basi per... read more

Buon Sant’Ambroeus!

Come ormai di consuetudine, a Sant’Ambrogio ci sono gli “Oh Bej oh Bej”, la Prima della Scala e… le proteste degli antagonisti! In mondovisione sono andate in diretta le immagini degli scontri annunciati dai centri sociali che da mesi stanno inscenando manifestazioni violente di protesta contro gli sgomberi delle case occupate abusivamente, ma anche contro l’austerity e l’Esposizione Universale. Quello di oggi è stato il miglior spot pubblicitario per attirare migliaia di turisti a Milano e in Italia durante Expo 2015. Complimenti. Non solo a quelli che se infischiano di Milano e del rispetto della legalità, ma i miei complimenti vanno anche a chi questa gente la tollera, gli concede spazi comunali e non condanna le azioni di guerriglia che ormai ogni giorno infangano l’immagine di una Milano ferita dai suoi stessi amministratori.  ... read more