BASTA MORTI DELLA STRADA: RACCOLTE LE PRIME 100 FIRME  

Milano, 4 ottobre 2015 – Questa mattina, alla festa di via Monte Rosa, ho iniziato una raccolta firme per la richiesta di messa in sicurezza degli incroci pericolosi di via Domenichino. Il susseguirsi di incidenti molto gravi, addirittura mortali, non sono bastati per un intervento deciso dell’attuale amministrazione comunale. Le zone 30 km/h non servono a nulla se non accompagnate da interventi volti a ridurre la velocità di macchine che sfrecciano in vie secondarie, ma molto importanti per lo snellimento del traffico di quartiere. In 3 ore ho raccolto circa un centinaio di firme di residenti del circondario. È solo l’inizio perché in settimana, con l’aiuto di alcuni volenterosi, girerò le portinerie del quartiere per lasciare volantini esplicativi della mia iniziativa accompagnati dai fogli per la raccolta firme. Al link sono scaricabili entrambi http://www.alessandrodechirico.it/ale/piu-sicurezza-agli-incroci-stradali-di-via-domenichino/#.VhEo2RPtmko. Inoltre, vorrei lanciare un appello alla signora Cristina – il cui marito è deceduto nel maledetto incrocio tra via Domenichino e via Ravizza – affinché mi...

PIÙ SICUREZZA AGLI INCROCI STRADALI DI VIA DOMENICHINO

A seguito di incidenti molto gravi e in alcuni casi anche mortali, chiediamo la realizzazione di una porzione di carreggiata sopraelevata – come ad esempio quella realizzata in via Pallavicino – in prossimità degli incroci tra via Ravizza e via Lorenzo di Credi in un senso di marcia e via Domenichino nell’altro senso di marcia e dell’incrocio stradale di via Mosè Bianchi con via Domenichino. Chiediamo inoltre il posizionamento di cartelli illuminati per la segnalazione di attraversamento pedonale in corrispondenza delle strisce orizzontali. Per scaricare volantino e raccolta firme cliccare sulle icone Volantino incroci pericolosi INCROCI PERICOLOSI VIA DOMENICHINO...

Disservizi ATM e maltempo paralizzano una Milano abbandonata a sé stessa e in balia delle calamità naturali

Milano, 23 settembre 2015 – Prima pioggia autunnale e Milano paralizzata! Autobus imbottigliati nel traffico e rallentati da strade di periferia completamente allagate per l’inesistente manutenzione di tombini e fognature. Rami caduti a terra perché non vengono fatte le potature. L’assessore all’immobilità è troppo impegnato con le biciclette per occuparsi del logoramento dei binari della metropolitana. Oltre alla M2, anche l’M5 ha subito gravi disservizi a causa di un guasto tecnico a cui ATM non ha posto rimedio in tempi brevi. Gli annunci che segnalavano il servizio di navetta da San Siro a Lotto erano solo in italiano con turisti ignari di cosa stava accadendo. Da San Siro a Centrale un’odissea di un’ora e venti minuti. Tra l’altro, l’azienda non ha ancora posto rimedio ai tanti furbetti – o “portoghesi” – che approfittano dell’assenza di personale nelle stazioni automatizzate della M5. C’è pantalone che paga per...

AGGRESSIONE IN CASEGGIATO ALER DI VIA BELINZAGHI

Milano, 26 agosto 2015 – Reputo gravissime le dichiarazioni della presidente della commissione casa di zona 9, Simona Fregoni, in riferimento all’aggressione subita dal portavoce del comitato inquilini di via Belinzaghi 1. Con il buonismo tipico della sinistra si vuole minimizzare un bruttissimo episodio di violenza derubricandolo invece a “problemi di comunicazione” – come dichiarato dalla rappresentante comunale in un’intervista a Il giorno del 25/8 -. Noi siamo per la legalità e per la sicurezza. Questo è l’ultimo episodio di scarsa sicurezza nelle periferie abbandonate da Pisapia e Granelli. Dopo l’allontanamento delle pattuglie miste Esercito/FFOO voluto dalla giunta di centrosinistra, i quartieri popolari sono tornati ad essere luoghi insicuri. Le sentinelle della legalità dei quartieri ALER sono uno dei pochi baluardi rimasti nelle periferie e dovrebbero essere premiate con una medaglia e non schernite perché chiedono il rispetto della legge e delle normali regole di...

EXPO GRATIS PER CHI SI ABBONA A BIKEMI

Milano, 25 agosto 2015 – Ogni milanese che ha a cuore la nostra città deve essere orgoglioso del buon esito di Expo. Anche i più scettici si sono ricreduti, su tutti il sindaco Pisapia che elogia l’esposizione nonostante si sia impegnato ben poco per la sua realizzazione, che ha trovato in eredità dalla precedente amministrazione. Sui numeri c’è molta confusione. Il dato sugli ingressi è fluttuante come gli indici delle borse mondiali in questi giorni. Non si capisce se nel conteggio vengono considerati gli ingressi serali. E i biglietti omaggio per anziani e disabili? I biglietti gratuiti per chi parcheggia l’autovettura ad Arese? Vengono conteggiati anche i biglietti regalati con la tessera del PD? Da qualche giorno BikeMI sta tartassando i tesserati in scadenza e i social network rendendo noto che abbonandosi al servizio si avrà in omaggio un biglietto gratuito per Expo. C’è una corsa senza freni a voler riempire a tutti i costi il sito espositivo. Ben venga, ci mancherebbe. Ma i “fessi” che hanno pagato il biglietto al costo originario di 39€?...

MAJORINO: VERGOGNOSO L’UTILIZZO DELLA NEWSLETTER COMUNALE PER FINI ELETTORALI

Milano, 25 agosto 2015 – Trovo assolutamente vergognoso l’utilizzo della newsletter comunale per fini elettorali. Siamo in campagna elettorale in vista delle primarie del centrosinistra – sempre che Renzi non decida un clamoroso dietrofront, andando contro lo statuto del partito di cui è segretario – e i candidati Majorino e Fiano non si risparmiano colpi bassi. Dopo le passerelle ferragostane dello smemorato deputato Fiano – che parla di sicurezza e periferie svegliandosi dopo quattro anni di amministrazione PD che hanno portato la città a questo stato di decadenza – questa mail. La missiva mi è stata inoltrata sia da un dipendente comunale che da alcuni cittadini iscritti alla newsletter del Comune. Preparerò oggi stesso un’interrogazione per avere delucidazioni dall’assessore, ben consapevole del fatto che di certo non contribuiranno a farmi ricredere su chi in questi anni ci ha amministrato a colpi di ideologia. I milanesi meritano molto di...

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

FAN PAGE

I miei tweet

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Canale YouTube

Recent Popular Info

Total subscribers:
3

Total uploads:
26

Total upload views:
1.8 thousand

COMUNICATI

EVENTI

L’OPINIONE

 

BASTA MORTI DELLA STRADA: RACCOLTE LE PRIME 100 FIRME  

Milano, 4 ottobre 2015 – Questa mattina, alla festa di via Monte Rosa, ho iniziato una raccolta firme per la richiesta di messa in sicurezza degli incroci pericolosi di via Domenichino. Il susseguirsi di incidenti molto gravi, addirittura mortali, non sono bastati per un intervento deciso dell’attuale amministrazione comunale. Le zone 30 km/h non servono a nulla se non accompagnate da interventi volti a ridurre la velocità di macchine che sfrecciano in vie secondarie, ma molto importanti per lo snellimento del traffico di quartiere. In 3 ore ho raccolto circa un centinaio di firme di residenti del circondario. È solo l’inizio perché in settimana, con l’aiuto di alcuni volenterosi, girerò le portinerie del quartiere per lasciare volantini esplicativi della mia iniziativa accompagnati dai fogli per la raccolta firme. Al link sono scaricabili entrambi http://www.alessandrodechirico.it/ale/piu-sicurezza-agli-incroci-stradali-di-via-domenichino/#.VhEo2RPtmko. Inoltre, vorrei lanciare un appello alla signora Cristina – il cui marito è deceduto nel maledetto incrocio tra via Domenichino e via Ravizza – affinché mi... read more

Consiglio straordinario di zona 7

Il gruppo consiliare di Forza Italia della Zona 7 ha chiesto e ottenuto la convocazione di un Consiglio Straordinario per affrontare il tema della sicurezza. Interverranno gli assessori Benelli e Granelli. È un’importante occasione per far sentire tutto il malcontento della nostra città ferita da quattro anni di amministrazione... read more

L’ombra della mafia sulle sponde del Naviglio

Ieri ho partecipato al sopralluogo organizzato da Palazzo Marino ai cantieri della Darsena. Era presente l’assessore Rozza che non ha fatto altro che ripetere che è stata nominata assessore a marzo 2013. Lei non ha responsabilità per il progetto che si è trovata in mano e già pronto per l’uso. Ogni decisione non è stata presa da lei e attribuisce ogni decisione su i predecessori. Non sappiamo se i lavori verranno ultimati per tempo perché l’ombra della mafia è arrivata anche sulle sponde del Naviglio, progettato da Leonardo da Vinci. Il chiosco del pesce è un abuso di potere? Non è colpa sua. Il mercato coperto è troppo invasivo? Non è colpa sua. L’anfiteatro sarà spoglio e poco controllato? Non è colpa sua. Manca il verde? Non è colpa sua. Ma di chi è la colpa?  ... read more